Il primo Olio della storia parla Napoletano

Il primo olio della storia parla Napoletano ,viene da Pompei la prima bottiglia di olio d’oliva mai ritrovata : ha 1941 anni.

E ‘stata scoperta per caso nel 2018, durante le registrazioni di “Stanotte a Pompei”, la trasmissione di Alberto Angela girata tra gli Scavi e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.
Il celebre divulgatore scientifico ha ritrovato la bottiglia nei depositi del Mann, una comunissimo recipiente contenente del liquido cristallizzato. Due anni dopo gli studi hanno confermato che quel liquido nella bottiglia è proprio olio d’oliva e che risale al 79 d.C. e all’eruzione del Vesuvio che ha sepolto le città di Pompei, Ercolano, Stabia e Oplontis (oggi Castellammare di Stabia e Torre Annunziata).

Non nascondiamo la gioia immensa che abbiamo provato, nell’apprendere questa notizia.

Questo perchè, come azienda siamo da sempre impegnati nella valorizzazione dei nostri prodotti ma soprattutto nella valorizzazione della nostra amata terra, la Campania.

Non ce ne vogliano gli altri, ma ovviamente questa è una prova tangibile che in Campania l’olio era presente già 2000 anni fa e per questo oggi più che mai i cittadini Campani e non solo, dovrebbero prediligere prodotti Italiani e Campani.

Spesso si cade nella trappola del Marketing, che ci spinge ad acquistare inconsapevolmente oli esteri,

da aziende super strutturate e con fatturati da capo giro che sanno bene come convincerci ad acquistare,

mentre basterebbe semplicemente leggere bene l’etichetta, per capire che certi marchi seppur Italiani, vendono semplicemente degli oli esteri a prezzi folli.

Vi è scritto che bisogna dare a << Cesare ciò che è di Cesare >>, e quindi, noi dell’azienda Valletta rimarcando il nostro essere fieramente Campani, e riconosciuti come produttori di olio di eccellenza,

in tutta Italia e in tutta Europa da questa splendida scoperta traiamo ancora più forza e motivazione,

per fare sempre di meglio e per dare ai nostri consumatori tutti, un prodotto sempre eccellente !

Con un pò di fantasia e tanta immaginazione ci piace pensare che 2000 anni fa nello splendore della bella e ricca Pompei

già ci fosse qualche nostro antenato che girava, per le vie della città a proporre in vendita l’olio che si produceva e si produce tutt’ora nell’entroterra Salernitano

e che con molta probabilità i signori delle Domus di certo apprezzavano

un pò come accade per noi oggi, che portiamo grazie anche ai canali internet

l’olio direttamente nelle case dei Napoletani, partendo dal nostro frantoio di Valva

nel cuore dell’alta Valle del Sele.

Fonti :
https://www.nature.com/articles/s41538-020-00077-w
https://www.cookist.it/la-bottiglia-di-olio-piu-antica-della-storia-e-stata-scoperta-da-alberto-angela/